29 dicembre 2013

L'italiano in vacanza

                            




Aria di vacanze, week end poco economici in giro per l'Europa, settimane bianche o migrazioni di massa, architettate saggiamente per non sopperire al gelo orami giunto alla porta.
Si, e tutto ciò mi eccita particolarmente, ma mi mette anche un po' di malinconia e mi fa ripensare alla mia vacanzina a Parigi di un anno fa, e sfogliando le foto sono scoppiata a ridere, notando un piccolo particolare!
Si, perché nella classica e scontata foto davanti alla Tour Eiffel compare un individuo tutto impettito, intento a gesticolare vivacemente con la sua fidanzata (forse?!), con in faccia un paio di occhiali da sola particolarmente orribili, uno di quei modelli a mascherina, usciti di moda nel 2006 e, fortunatamente, mai più presi in considerazione, accompagnati dalla gigante sigla di una casa di moda molto celebre e rinomata (non di certo per questo modello di occhialetti).
Questo tipo non ci degna di uno sguardo, anzi con fare orgoglioso non presta attenzione al turista svedese, che si era dimostrato disponibile a scattare la foto, ma avvolto da una giacca a vento di un nero lucido e con ai piedi una paio di scarpe da ginnastica di colori improbabili si preoccupa solo di parlare con la sua, nella foto quasi invisibile, ragazza.
Intendiamoci, questo non è un post scritto per insultare questo povero essere dotato di una generosa dose tamarra di stile nell'anima e nel cuore, ma vorrei sottoporvi una questione che mi preme particolarmente.
Secondo voi, questo tarchiato esemplare da dove poteva provenire? Dall'Italia è chiaro!
L'ho saputo, perché poi, mentre la mia amica, si destreggiava a chiedere informazioni ad un'educata parigina, in un francese praticamente perfetto, mantenendo il tono di voce piuttosto basso, questi due si sono messi a gridare, spaventando la nostra cucciolina francese e facendola scappare.
Si, perché gli italiani all'estero sono super riconoscibili, un po' per il tono di voce altissimo, per la gestualità sempre molto accentuata, ma anche e soprattutto per il modo di vestire!
Infatti durante il nostro soggiorno a Parigi, io e le mie tre amiche avevamo stilato una lista di caratteristiche, una specie di must have dell'Italiano in vacanza e stando in fila ai vari musei o in metro ci divertivamo ad indovinare e ci azzeccavamo quasi sempre!


-Scarpe Hogan o Nike di colori assurdi
-Occhiali da sole con marca ben in vista
-Giacca a vento tassativamente marcato Moncler o Colmar, i più audaci di colori vivaci, a volte fluorescenti.
-Per le mogli o fidanzate borse costosissime al braccio.



Please! Non fatevi riconoscere così facilmente all'estero!

1 commento:

  1. Oddio ma è troppo vero! sei davvero divertente. bacio

    RispondiElimina